March 15, 2018

Al di là del bene e del male by Friedrich Nietzsche PDF

By Friedrich Nietzsche

ISBN-10: 884590198X

ISBN-13: 9788845901980

Collana Nuovi Coralli. N. 193 - Torino - 1977 - in sixteen° - - pp.180 - Brossura editoriale illustrata - Prima edizione

Show description

Read Online or Download Al di là del bene e del male PDF

Best italian_1 books

La Bibbia nell'epoca moderna e contemporanea by (FABRIS Rinaldo) - PDF

Bologna, Dehoniane, 1992, octavo brossura editoriale con copertina illustrata a colori, pp. 412-(36) con sixteen tavole fuori testo.

Poets of the Italian diaspora : a bilingual anthology by Luigi Bonaffini, Joseph Perricone PDF

Within the century among 1870 and 1970, approximately twenty-seven million migrants left Italy to paintings and dwell out of the country. consequently, the global Italian diaspora reportedly numbers greater than sixty million humans. previously, despite the fact that, there has now not been an anthology dedicated to the literature of the Italian diaspora that areas it in an international context.

New PDF release: Il fattore Renzi

È difficile e forse vano valutare a priori le promesse di un chief, ma di Matteo Renzi sono innegabili il carisma e l'estrema familiarità con i media, spesso asserviti al suo messaggio politico fino a fondersi con esso. Questo testo vuole indagare i diversi aspetti della costruzione del consenso e della strategia elettorale del sindaco di Firenze, nel contesto più ampio della comunicazione politica in Italia dalla Prima Repubblica advert oggi alla luce dello straordinario successo del mezzo televisivo, con los angeles sua logica di semplificazione, del crollo dei partiti, della perdita di consenso e della crescente personalizzazione della politica, che ha avuto in Berlusconi uno dei suoi maggiori protagonisti.

Additional resources for Al di là del bene e del male

Sample text

Socrate sarebbe stato veramente il corruttore della gioventù? ». – Ma la lotta contro Platone o, per esprimerci in modo più accessibile e adatto al «popolo», la lotta contro la secolare oppressione cristiano-ecclesiastica – giacché il cristianesimo è un platonismo per il «popolo» – ha creato in Europa una splendida tensione dello spirito come ancora non si era avuta sulla terra: con un arco teso a tal punto si può ormai prendere a bersaglio le mete più lontane. Indubbiamente, l’uomo europeo avverte questa tensione come una condizione penosa: e già due volte è stato fatto il tentativo in grande stile di allentare l’arco, la prima col gesuitismo, la seconda con l’illuminismo democratico – come quello che, grazie all’aiuto della libertà di stampa e della lettura dei giornali, poteva arrivare realmente a far in modo che lo spirito non sentisse più così facilmente se stesso come «pena»!

Tanto andava detto per respingere la superficialità lockiana in ordine all’origine delle idee. Š 21. La causa sui è la maggiore autocontraddizione che sia stata concepita fino a oggi, una specie di stupro e d’innaturalità della logica: ma lo sfrenato orgoglio dell’uomo l’ha portato al punto di irretirsi profondamente e orribilmente proprio in quest’assurdità. Il desiderio del «libero volere», in quel metafisico intelletto superlativo, quale purtroppo continua sempre a signoreggiare nelle teste dei semidotti, il desiderio di portare in se stessi l’intera e ultima responsabilità per le proprie azioni e di esimere da essa Dio, mondo, progenitori, caso, società, equivale infatti ad essere appunto nientemeno che quella causa sui e a tirare per i capelli se stessi dalla palude del nulla all’esistenza, con una temerità più che alla Münchhausen.

Mi pare che ovunque oggi ci si sforzi di distogliere lo sguardo dal caratteristico influsso che Kant ha esercitato sulla filosofia tedesca, e in particolare di scivolar via saggiamente riguardo al valore che egli attribuì a se stesso. Kant andava soprattutto e in primo luogo orgoglioso della sua tavola delle categorie; con questa tavola tra le mani diceva: «È questa la cosa più difficile che poté mai essere intrapresa a vantaggio della metafisica». Si intenda bene questo «poté essere»! Egli si sentiva fiero di aver scoperto nell’uomo una nuova facoltà, la facoltà dei giudizi sintetici a priori.

Download PDF sample

Al di là del bene e del male by Friedrich Nietzsche


by Steven
4.2

Rated 4.50 of 5 – based on 28 votes